GiocaYoga®: lo yoga a misura di bambino

Da quest’anno i bambini delle scuole B.I.G. possono praticare lo yoga.
E’ stato infatti attivato un corso pomeridiano. Uno yoga pensato e studiato proprio per loro.

Silvia Zucchiatti, insegnante di GiocaYoga® (presso le nostre strutture) e membro del Corpo Docenti del Master di formazione insegnanti A.I.Y.B. (Associazione Italiana Yoga per Bambini), ci racconta meglio il metodo GiocaYoga®.

 

yoga L’Abc di uno stile di vita sano nasce dalla salute del corpo e dello spirito: prima si inizia e meglio si vivrà per l’intera vita, quindi perché non iniziare da piccoli a praticare yoga?

In ambito pedagogico si sente sempre più parlare di bambini iperattivi e disattenti: alle volte si scopre che sono affetti da ADHD, ovvero bambini affetti da una vera patologia, ma molto più spesso si tratta di bambini che chiedono disperatamente aiuto agli adulti per canalizzare la loro vivacità e la voglia di scoprire il mondo.

Grazie al gioco, il sale della vita, GiocaYoga® si presenta come una vera e propria pratica yogica che avvicina il bambino, e anche i genitori, a semplici gesti quotidiani che aiutano ad essere più felici e sereni: dall’imparare a respirare bene, a trarre beneficio dai momenti di silenzio, o semplicemente praticare un’attività fisica e non ritrovarsi nella classica attività sportiva che basa i suoi principi sulla competizione ed il successo sociale, già troppo presenti in molti sport per i più piccoli.

 

I bambini e i ragazzi che praticano lo Yoga rispondono in maniera sorprendente agli stimoli che tale disciplina suscita, traendo benefici in termini di concentrazione, calma e sicurezza di sé.
Dal punto di vista educativo, lo yoga stimola le potenzialità dei bambini in ambito di comunicazione, socializzazione e apprendimento.
La respirazione e i movimenti dello yoga sono una reale educazione alla salute: si rafforza l’apparato respiratorio, si equilibra il sistema nervoso e si migliora la circolazione sanguigna.

Da non dimenticare i benefici dal punto di vista emotivo: la respirazione addominale è utile per l’autocontrollo perché agisce sul diaframma, sede del plesso solare, centro di controllo dei nostri istinti e delle nostre emozioni (paura, timidezza, rabbia e aggressività).

Il metodo GiocaYoga® è stato ideato dall’Associazione Italiana Yoga per Bambini (A.I.Y.B.) unendo il meglio della disciplina dello Yoga, declinata secondo i metodi più moderni della pedagogia.

“L’obiettivo dell’associazione è di divulgare lo yoga dei bambini declinato pedagogicamente, cercando allo stesso tempo di fare un lavoro che sia il più possibile legato alla tradizione dello yoga. Anche da così piccoli è possibile attingere da questa antica disciplina i benefici per una vita più serena, nonostante le abitudini attuali ci portino a trascorrere giornate sempre più affannose e caotiche” afferma Lorena Pajalunga, presidente A.I.Y.B. e docente all’Università di Milano Bicocca presso la cattedra di Pedagogia del Corpo.

Ogni anno A.I.Y.B organizza corsi di formazione per insegnanti GiocaYoga®: il 31 Gennaio partirà a Roma l’edizione 2016 rivolta a insegnanti yoga, educatori, docenti, genitori o qualsiasi persona operante nel campo pedagogico.

Il corso comprende l’insegnamento dello yoga, inteso in diversi ambiti di approfondimento, ma anche il gioco, la didattica, la pedagogia, la danza, la cultura e i miti indiani, il teatro e la musica.

 

Per maggiori informazioni: www.aiyb.it

 

Silvia Zucchiatti per Gruppo B.I.G.
Foto: Claudia Longo


Lascia un commento